E’ una tecnica di meditazione di gruppo che aiuta a liberarsi di tutte le emozioni negative e dellle “proiezioni” che si hanno nei confronti dell’altro sesso.

A volte pensiamo e siamo anche convinti, ad un livello razionale, di essere in pace con l’altro sesso, ma se ci diamo il permesso di connetterci con emozioni profonde, vecchi condizionamenti, fatti accaduti nel passato o anche nelle generazioni precedenti attraverso i membri della nostra famiglia, potremmo accorgersi che la nostra relazione con l’altro sesso non è proprio così pacifica.

Sono certa che le menti più razionali che leggono in questo momento potrebbero dire “non è il mio caso!”, e per questo motivo ti voglio dire, caro lettore, che la guerra tra uomini e donne è, a un livello profondo, purtroppo la guerra di molti, poichè proviene da secoli e secoli di condizionamento sociale e culturale. In alcune società questo fenomeno è ancora molto evidente, in altre culture, come la nostra, esso è meno sentito, ma se andiamo a scavare in profondità, questa separazione dovuta a paura rabbia e dolore nei confronti dell’altro sesso è ancora presente. Occorre essere sufficientemente onesti con se stessi per ammetterlo oppure essere sufficientemente aperti a sperimentare esprimendo le proprie emozioni. Quello che ti posso dire, dalla mia esperienza, è che ogni volta che ho fatto una sessione di men-women-war ho avuto delle comprensioni profonde e la possibilità di esprimere molte emozioni di cui  a volte non ero neanche  veramente consapevole, e questo mi ha permesso di avvicinarmi e comprendere meglio me stessa e la mia relazione con gli uomini.

Per qualcuno è addirittura palesemente guerra con l’altro sesso, per esempio donne che hanno subito torti, ingiustizie, abusi, dall’altro sesso, uomini che hanno subito pressioni, abbandoni, da parte dell’altro sesso, magari durante l’infanzia, per altri invece apparentemente è tutto ok, ma il disagio può essere ad un livello più profondo

I nostri comportamenti inconsci e le nostre attitudini negative nei confronti dell’altro sesso possono portare all’isolamento emozionale, a chiuderci emotivamente nei confronti dell’altro sesso, ad avere relazioni distruttive o a essere distruttivi con noi stessi.

Attraverso questa tecnica puoi permetterti di connetterti con le emozioni “viscerali” e “primordiali” nei confronti dell’altro sesso, e di esprimerle in uno spazio protetto e in modo totalmente innoquo per gli altri, con l’unico scopo di lasciarle andare per ottenere guarigione emozionale e spirituale in questa area della tua vita.

In questo modo puoi diventare consapevole delle proiezioni nei confronti delle figure materna o paterna, vecchie emozioni non ancora elaborate in seguito a separazioni, abbandoni, abusi e pressioni di qualsiasi genere, emozioni dovute a profondi condizionamenti sociali e culturali; è un’ incredibile opportunità per lasciare andare emozioni trattenute e riconnetterti con l’amore dentro di te, condizione necessaria per creare relazioni d’amore con l’altro sesso.

La sessione è strutturata in modo tale che alla fine i partecipanti siano in grado di ritornare alle proprie normali attività. Questa sessione richiede esperienza da parte di chi la conduce e uno staff preparato che sia in grado di supportare il conduttore e i partecipanti durante la sessione.